martedì 5 giugno 2018

Greenpeace chiede ai governi del G7 di fermare l'inquinamento da plastica


Appartengono per la maggior parte a Coca-Cola, Unilever, Nestlé e Procter & Gamble i rifiuti in plastica raccolti e catalogati recentemente da Greenpeace e da altre organizzazioni del movimento BreakFreeFromPlastic in alcune spiagge delle Filippine. Proprio a queste aziende, e alle maggiori potenze economiche che si incontreranno nei prossimi giorni al G7 in Canada, Greenpeace chiede interventi per la riduzione della produzione e immissione sul mercato di plastica usa e getta.

"È necessario che i governi e le grandi multinazionali riconoscano che il riciclo non è la soluzione del problema. Bisogna fermare l'inquinamento da plastica prima che sia troppo tardi" dichiara Graham Forbes, responsabile della campagna plastica di Greenpeace. "In tutto il mondo, migliaia di persone si battono quotidianamente contro l'inquinamento da plastica, ma questa crisi ambientale necessita di interventi urgenti e azioni concrete per ridurre la produzione e il consumo di plastica monouso".

Il movimento Break Free From Plastic - che rappresenta più di 1.200 gruppi in tutto il mondo tra cui Greenpeace - chiede ai paesi del G7 di approvare obiettivi di riduzione e divieti per la plastica monouso, investire in nuovi modelli di consegna dei prodotti basati sul riutilizzo e creare un sistema di tracciabilità della merce che renda le aziende responsabili della plastica che producono. Negli ultimi mesi, McDonald's, Starbucks, Procter & Gamble, Nestlé, Coca-Cola, Pepsi e Unilever hanno pubblicato piani volontari relativi all'inquinamento da plastica, ma nessuna delle aziende ha adottato interventi drastici per ridurre la produzione di imballaggi monouso.

Mentre le aziende sono ancora riluttanti ad assumersi le proprie responsabilità, in tutto il mondo, tante persone si stanno attivando per promuovere cambiamenti attraverso azioni di pressione su imprese e governi chiedendo di ridurre o vietare la plastica usa e getta. Un gruppo di cittadini di Veracruz, in Messico, ha ottenuto il bando dei sacchetti di plastica e delle cannucce nel loro Stato. Ullapool, un villaggio scozzese, è diventato il primo comune plastic-free a seguito dell’attività di sensibilizzazione e pressione di alcuni bambini della scuola locale. Quasi 100 bar in Grecia hanno accettato di concedere sconti a tutti i clienti che impiegano le loro tazze riutilizzabili e in Italia, a seguito dei risultati delle indagini di Greenpeace e del CNR in cui erano stati riscontrati elevati livelli di microplastica nelle acque delle Isole Tremiti, il Sindaco ha vietato la vendita di alcuni prodotti in plastica monouso.

“Iniziative come queste mostrano che ognuno può fare la differenza, facendo pressione su governi e multinazionali perché si facciano carico di questa grave crisi ambientale. Invitiamo tutti gli amanti del mare a partecipare all’iniziativa Plastic Radar (plasticradar.greenpeace.it) di Greenpeace segnalando la presenza di rifiuti di plastica in mare via Whatsapp al numero +39 342 3711267” dichiara Giuseppe Ungherese, responsabile Campagna Inquinamento di Greenpeace Italia.

Leggi i risultati recenti di pulizia e catalogazione dei rifiuti condotti in Asia:

venerdì 4 maggio 2018

Diffusa la mappatura dei livelli di inquinamento nelle città di tutto il mondo


L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha diffuso la mappatura dei livelli di inquinamento nelle città di tutto il mondo, uno studio che rappresenta un chiaro invito ad agire per eliminare la nostra dipendenza dai combustibili fossili.  Si tratta della più completa mappatura dei livelli di inquinamento delle città a livello globale disponibile ad oggi.

“I dati mostrano che la dipendenza dall’energia sporca rappresenta un rischio per la salute a livello globale: 9 persone su 10 sono esposte a livelli di inquinamento dell’aria pericolosi per la salute e l’inquinamento dell’aria è responsabile ogni anno di milioni di morti premature” dichiara Andrea Boraschi, responsabile campagna Trasporti Greenpeace Italia.

“L’aumento dell’utilizzo di carbone, petrolio e gas nel 2017, che implica non solo una crescita delle emissioni di CO2 ma anche quella delle emissioni di sostanze inquinanti nell’atmosfera, rappresenta un grave rischio per la salute delle persone e necessita di un’azione immediata. Per assicurare aria pulita per tutti e salvare vite umane, i governi devono stabilire con urgenza scadenze improrogabili e piani d’azione per raggiungere gli obiettivi di qualità dell’aria. Per raggiungerli è necessaria una transizione veloce a fonti di energia pulite e trasporti sostenibili” conclude Boraschi.
Il rapporto dell’OMS ha evidenziato che:
- A livello globale, 15 fra le 20 città maggiormente inquinate sono in India, mentre 16 delle città maggiormente inquinate nell’Unione europea si trovano in Polonia. L’India, uno dei paesi maggiormente colpiti dagli impatti dell’inquinamento dell’aria sulla salute, sta mettendo a punto un piano nazionale, ma mancano ancora degli obiettivi precisi.
- Nel 70 per cento delle città per cui sono disponibili dati, i livelli di inquinamento da polveri sottili (PM2.5) superano le linee guida dell’OMS, con l’80 per cento delle città dell’Unione Europea e il 96 per cento dei Paesi in via di sviluppo che soffrono a causa dei livelli di inquinamento troppo elevati.
- I dati dell’OMS evidenziano dei progressi straordinari in Cina, dove gli investimenti in energia pulita, un piano nazionale contro l’inquinamento dell’aria e i rigidi standard sulle emissioni hanno prodotto dei progressi eccezionali, con un livello medio di PM2.5 nelle città disponibili a fornire i dati diminuito fino al   30 per cento dal 2013 al 2016. Ad ogni modo, il livello medio di PM2.5 nelle città campionate è cinque volte superiore a quello stabilito dalle linee guida dell’OMS, e ciò evidenzia la necessità di stabilire nuovi obiettivi e misure più ambiziose.
- Il monitoraggio della qualità dell’aria necessita di essere urgentemente ampliato, in particolare in Asia meridionale, nel Sud est asiatico e nell’Africa Subsahariana. Il Sud est asiatico e l’Africa forniscono dati sulla qualità dell’aria solo in 92 città, un numero inferiore all’intera Austria.

lunedì 26 marzo 2018

Michela Vittoria Brambilla: "Un progetto di legge per il contrasto dell'utilizzo e della detenzione di esche e bocconi avvelenati"



Sono passati solo 5 mesi dalla morte del mio cane. Morte che come sapete è stata causata dall’ingestione di bocconi avvelenati in una campagna della mia città, durante un normale pomeriggio di gioco all’aria aperta. Dopo aver lanciato una petizione su Change.org chiedendo di punire severamente con una legge ad hoc chi confeziona, detiene e immette sul territorio esche e bocconi avvelenati ho vissuto nel silenzio assoluto. Silenzio interrotto solo da altre denunce simili, da altre morti atroci, dalla sofferenza di tante altre persone che come me hanno perso un amico fedele.
Venerdì, giorno della nuova legislatura, una piccola luce si è accesa in questo tetro scenario. La presidentessa del Movimento Animalista, Michela Vittoria Brambilla, ha affermato di aver depositato un “progetto di legge per il contrasto dell'utilizzo e della detenzione di esche e bocconi avvelenati”. L’annuncio è stato dato commentando la notizia dell'avvelenamento di 15 cani a Santa Sofia d'Epiro in Calabria.
"Speriamo che questo Parlamento riesca fare ciò che la precedente maggioranza non ha saputo o voluto fare: trasformare in legge l'ordinanza ministeriale, reiterata ogni anno, e rafforzarla introducendo nel codice penale un articolo specifico che punisca chi prepara, miscela, detiene, utilizza, colloca o abbandona esche o bocconi avvelenati o contenenti sostanze nocive o tossiche, compresi vetri, plastiche e metalli o materiale esplodente, che possono causare intossicazioni o lesioni o la morte di una persona o di un animale. L'uso del veleno o di bocconi altrimenti resi letali  è purtroppo cosa di tutti i giorni laddove, soprattutto nel Sud, il randagismo è diventato un'emergenza, perché qualcuno pensa risolvere il problema con un macabro e inaccettabile fai-da-te, o altrove semplicemente in odio agli animali. È indispensabile dare la sveglia ai soggetti cui le leggi vigenti (non quelle a venire) affidano compiti evidentemente disattesi: i prefetti, i sindaci, le aziende sanitarie” ha dichiarato la deputata di Forza Italia.

Speriamo che questa sia la volta buona e non un ennesima vana promessa.

Antartide, il ghiacciaio Totten galleggia più del dovuto - Allerta sollevamento dei livelli del mare



Negli ultimi mesi l’Australian Antarctic Program, guidato dal glaciologo Ben Galton-Fenzi, ha condotto una ricerca in Antartide giungendo alla pericolosa conclusione che il ghiacciaio Totten, situato sul lato est del sesto continente, galleggia più di quanto ci si aspettasse. La notizia ha destato non poca preoccupazione in merito al futuro sollevamento dei livelli globali del mare


“La nuova ricerca ha causato un drammatico cambiamento di pensiero", scrive Ben Galton-Fenzi sul sito dell'Australian Antarctic Program. "Il Totten è in realtà uno dei più importanti ghiacciai in Antartide, forse anche nel mondo, perché funge da drenaggio da una regione della calotta polare, che potrebbe portare a diversi metri di potenziale sollevamento del livello del mare nel futuro. La quantità di ghiaccio che siede dietro il Totten è paragonabile a quella contenuta nell'intera calotta di ghiaccio dell'Antartide occidentale. Qualsiasi aumento nella temperatura dell'oceano avrà impatto sul ghiacciaio. Abbiamo bisogno di comprendere quanto presto cambierà questa regione con il riscaldamento del clima e quanto presto questo causerà il sollevamento dei livelli del mare."

Le nuove rilevazioni sono state ottenute usando tecnologia sismica. Tali metodi permettono di determinare quanto spesso sia il ghiaccio, e quanto profonda sia la colonna di oceano sottostante. I ricercatori australiani stimano che il ghiacciaio stesso contenga ghiaccio sufficiente per sollevare i livelli globali degli oceani di circa tre metri, se si sciogliesse del tutto. 

Inoltre, il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) ha stimato che i futuri livelli del mare suggeriscono un sollevamento di circa un metro a causa dell'espansione termica degli oceani, cioè calore atmosferico assorbito dalle acque che causa riscaldamento ed espansione. Cosa che dovrebbe avvenire entro il 2100 stando alle loro previsioni. 

martedì 20 marzo 2018

“Giardinity primavera - I Bulbi di Evelina Pisani”, una meravigliosa fioritura di 70mila tulipani olandesi





Il giorno di Pasqua e Pasquetta (domenica 1 e lunedì 2 aprile 2018, dalle 09.00 alle 19.00) Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana in provincia di Padova (da non confondere con Villa Pisani a Stra!) vi aspetta per vivere la terza edizione di “Giardinity primavera – I Bulbi di Evelina Pisani”, la spettacolare fioritura, da precoce a tardiva, di 70mila tulipani olandesi, forniti dalla prestigiosa azienda olandese Fred de Meulder Export B.V., che andranno a mescolarsi, come in un quadro impressionista, all’erba e ai fiori spontanei del giardino informale della Villa. Un patchwork di 90 differenti varietà e colori di bulbi, con petali piumati, frangiati o lisci, che si mescoleranno, in un arcobaleno di tonalità, all’erba e ai fiori spontanei nel giardino informale della storica Villa Pisani Bolognesi Scalabrin. Uno spettacolo emozionante quello di “Giardinity, nuovo impressionismo olandese”, nato dal progetto della paesaggista olandese Jacqueline van der Kloet, fatto di luci, colori e profumi da vivere senza fretta, assaporando lo sbocciare della natura in primavera.

«Pasqua e Pasquetta a Giardinity Primavera per vivere due giorni immersi nella bellezza della natura e nel suo emozionante risveglio», sottolinea Mariella Bolognesi Scalabrin, proprietaria della storica Villa.



Il giorno di Pasqua:
Dalle ore 10.30, i più piccoli potranno divertirsi grazie ad “Alice nel paese delle meraviglie”, lettura animata del libro di Lewis Carroll a cura di Aurora e le Fate e “Come riconoscere gli alberi secolari del Parco”, percorso botanico a premi per bambini 6-10 anni a cura del Dott. Matteo Rosso. In chiusura di giornata, dalle ore 16.30, concerto “Incontro con il Jazz”, il sax di Zeno Odorizzi e il pianoforte del Maestro Ulisse Trabacchin. 

Il giorno di Pasquetta:
Alle ore 11.00 e alle ore 15.30, verrà organizzata una speciale “Caccia al tesoro a premi nel bosco – Il giardino delle meraviglie”, un itinerario botanico per riconoscere gli alberi secolari del parco e le loro storie, per bambini 7-10 anni, a cura di Aurora e le Fate. In premio tante e colorate Uova di Pasqua. Alla Caccia al tesoro è possibile partecipare gratuitamente, previo acquisto del biglietto di ingresso a Giardinity. Negli stessi orari, bambini e ragazzi potranno partecipare a “Il Giardino segreto”, lettura animata del libro della scrittrice Frances H. Burnett. Inoltre, il giorno di Pasquetta, sarà possibile fare il pic-nic nel giardino di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin. I cestini, a cura del servizio catering “DARIO Ricevimenti”, sono disponibili direttamente in Villa. Basta ordinarli, acquistarli e ritirarli al punto ristoro interno. Durante tutto il giorno, il pubblico avrà la possibilità di prendere parte a due laboratori: “Con l’Acqua e con la Luce”, laboratorio di acquarello per grandi e bambini e “Stampiamo con le foglie”, laboratorio naturalistico per bambini e ragazzi. In chiusura di giornata, dalle ore 16.30, il concerto “Un dolce suono di arpa dal giardino” con l’arpista Laura Mazzucato.




Durante tutta la giornata di Pasqua e Pasquetta, il pubblico potrà passeggiare liberamente nel grande parco della Villa, aperta dalle 09.00 alle 19.00, godendo dellafioritura dei tulipani. Inoltre, sarà possibile visitare insieme a una guida, previa prenotazione (Tel. 0425/920016 - 336/496470; email: info@villapisani.it) il parco e la Villa nei seguenti orari: 9.00/10.30/14.00/15.30.
Il pubblico potrà poi ammirare la meravigliosa esposizione “La creatività della ceramica in 120 anni di tulipiere”. Nella Sala delle Allegorie di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin, la storica azienda Ceramiche Dal Prà di Nove (Vicenza), attiva dal 1897, esporrà, dal 24 marzo al 25 aprile, delle eleganti e raffinate tulipiere, ovvero appositi vasi per tulipani, inventati nel Seicento dai fiorai olandesi.
Nel Teatro della Villa invece, il pubblico potrà ammirare la Mostra “Il Gran Gioco del Teatro: 9 anni in Laboratorio e in Scena” a cura del Laboratorio Teatrale “Antonio Corradini”. In mostra vengono ricostruite scene teatrali utilizzando costumi, scenografie, locandine, foto e video realizzati dagli stessi ragazzi impegnati nel ruolo di attori, scenografi e costumisti.
Imperdibile la mostra di pittura dell’artista Ida Harm, con quadri di ispirazione impressionista che ritraggono delicati paesaggi, poetici alberi secolari e romantici giardini.
Ma non solo! Il pubblico potrà curiosare e fare acquisti al “Petit festival primaverile di piante, fiori e artigianato”, mercatino di giardinaggio e artigianato d’eccellenza, o riposarsi per la pausa pranzo o un veloce break nel punto ristoro a cura del servizio catering “DARIO Ricevimenti”.




 

Biglietto singolo adulti € 8,00

Biglietto bambini dai 6 ai 10 anni e adulti sopra i 75 anni € 6,00

Entrata gratuita per bambini sotto i 6 anni e portatori di handicap

Gruppo di famiglia di 4 persone: € 20,00

Gruppi di più di 20 persone: € 6,00 a persona

Soci Touring Club, FAI, ADSI, Camper Life € 6,00

Abbonati che presentano la «CartaVerde» € 6,00

I cani sono graditi ma solo al guinzaglio e con accompagnatori educati muniti degli appositi sacchettini.

Telefono: 0425/920016 – 336/496470

Email: info@villapisani.it


   Dove: Villa Pisani Bolognesi Scalabrin, via Roma 25, 35040 Vescovana PD
   Come arrivare: dalla A13 BO-PD: uscita Boara - Rovigo nord, dal casello proseguire a sinistra, girare dopo circa 500 mt nuovamente a sinistra seguendo le frecce direzionali verso Vescovana. Passare due rotonde continuando dritti, alla terza girare a destra, al secondo semaforo girare a sinistra sulla piazza alberata, l’ingresso della villa è sulla sinistra. 
   Contatti: Telefono: 0425/920016 - 336/496470; email: info@villapisani.it www.giardinity.it - www.villapisani.it